Come ho guadagnato oltre 400$ su Fiverr in un mese

19 Aprile 2017   Guide   6 min. di lettura

Tra la miriade di servizi online in cui é possibile ingaggiare un freelancer per lavorare remotamente per te, é quasi impossibile che tu non abbia mai sentito parlare di Fiverr, un sito web che nacque con l’intento di offrire servizi di diverso tipo ai consumatori per soli 5$.

Dico “nacque” e parlo al passato perché oramai Fiverr non é più questo: le restrizioni per i freelancer, che erano costretti ad offrire tutto a soli 5$, furono rimosse qualche mese fa consentendo loro di proporre il prezzo che ritengono più opportuno per i propri servizi.

Quando mi iscrissi io in qualità di professionista che vendeva semplici installazioni e setup di siti web in WordPress, però, questa restrizione esisteva ancora e gli unici due modi per poter guadagnare qualche cifra extra tramite questa piattaforma erano:

  • Fare delle offerte su misura ai propri clienti direttamente in chat privata;
  • Sperare che qualcuno acquistasse il pacchetto con “consegna rapida” che aveva un costo extra deciso dal freelancer.

Per questo motivo, puoi facilmente comprendere quanto per un nuovo arrivato, con tutta la concorrenza presente all’interno del sito e centinaia di freelancer con rating altissimo, potesse e possa ancora oggi essere difficile riuscire a sollevare un guadagno consistente su base mensile, tale da poter addirittura pensare di far diventare la propria attività su Fiverr un lavoro.

In questo articolo vorrei quindi descriverti quali sono le tecniche, se così vogliamo chiamarle, che ho messo in atto quando mi iscrissi a Fiverr e che, senza alcuno sforzo (se non quello del lavoro in sé), mi consentirono di guadagnare la bellezza di 440$ a Marzo del 2016.

Tieni in considerazione che io mi iscrissi a Fiverr soltanto per provarlo occasionalmente e che nell’arco di qualche mese ci guadagnai più di 1000$, con un picco di entrate proprio nel mese sopracitato; tuttavia, non lo considero la mia fonte di attività principale perché il mio business é altrove e soltanto di rado rendo i miei Gig (così sono chiamati i servizi offerti dai freelancer su Fiverr) pubblici per l’acquisto.

Vorrei però farti capire, tramite la mia esperienza, come potresti sfruttare piattaforme di questo genere a tuo vantaggio per crearti qualche piccola entrata in quei periodi un pò bui in cui potresti averne bisogno (sempre meglio che startene con le mani in mano a casa, no?).

Prossima pagina »

Ottieni contenuti esclusivi!

Iscriviti subito al canale Telegram: per te contenuti in anteprima ed esclusivi, tips sulla produttività, pensieri personali e tanto altro ancora. Basta un click.

Vai al canale

Lascia un commento