Perché i professionisti online sono sempre impegnati? Come ottimizzare il tempo

19 Settembre 2019   Esperienze   5 min. di lettura

Chiarisci cosa significa “urgente”

La parola “urgente” oggigiorno viene abusata nel nostro settore, al punto da non essere più usata quando c’è un’urgenza genuina (e-mail che non funziona, sito web offline, ecc.), ma semplicemente quando ci si aspetta una risposta immediata da uno strumento che non la prevede, come le e-mail.

Ti basti pensare che la percentuale di urgenze fasulle che riceviamo in Wiredmark rispetto al totale delle e-mail che contengono questa magica parolina nel proprio oggetto supera il 90%.

E poiché quando si riceve una richiesta del genere si ferma tutto e avviene uno shift di priorità nella nostra mente (per ovvi motivi), il più delle volte questo diventa causa di distrazioni inutili, che ci costano fino a 23 minuti del nostro tempo. E non lo dico io, ma degli studi scientifici.

Quando ci distraiamo ci mettiamo un botto per ritornare completamente focalizzati su quello che stavamo facendo.

Fai 3-4 distrazioni come queste nel corso della giornata (perché poi a quel punto si parte anche con il botta e risposta delle e-mail) e hai perso un’ora di lavoro. Di più, se sei pure autolesionista.

Non so tu, ma io in un’ora di lavoro ci faccio tanto!

Morale della favola: spiega il significato della parola “urgente” e quando occorre veramente usarla, così da minimizzare i danni.

PRO tip!

Nel nostro caso, tramite Zapier abbiamo anche creato delle automazioni che rilevano quando una urgenza reale avviene e ce lo notificano con un SMS e una chiamata grazie a Twilio. Ti consiglio di fare lo stesso!

« Pagina precedente Prossima pagina »

Ottieni contenuti esclusivi!

Iscriviti subito al canale Telegram: per te contenuti in anteprima ed esclusivi, tips sulla produttività, pensieri personali e tanto altro ancora. Basta un click.

Vai al canale

Lascia un commento