Come ho fondato un’azienda in Inghilterra (in 20 minuti)

17 Ottobre 2018

2. Ho aperto un conto alla NatWest

La seconda cosa che mi serviva era un conto aziendale, per cui inizialmente presi appuntamento alla HSBC (sede di Putney), che era anche la mia banca personale.

Essendo però io un semplice inquilino e non avendo alcuna bolletta intestata a mio nome, l’unica prova della mia residenza in UK in mio possesso era l’estratto conto del mio account personale, che non mi fu accettato proprio perché proveniva dalla stessa banca. Per quanto stupido possa sembrare, andò proprio così.

Nervoso e infastidito, mi recai alla prima banca a pochi passi da lì, la NatWest, spiegando ciò che mi era appena accaduto e chiedendo se potessero aiutarmi in qualche modo.

Ebbi la fortuna di essere accolto da un signore molto educato e dallo strettissimo accento (che sudata inizialmente per capire ogni singola parola!) che mi fece qualche domanda e diede il via alla procedura di apertura del conto aziendale.

Era fatta! A quel punto avevo soltanto bisogno di un piccolissimo particolare: un commercialista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.