Guida: Git, cos’è e come usarlo, spiegato semplicemente

5 Febbraio 2019   Esperienze   5 min. di lettura

Qualche settimana fa mi sono trovato a parlare con un mio collega che si occupa di sviluppo web in PHP, con particolare attenzione verso WordPress. Quando gli ho chiesto se sapesse cos’è e come si utilizza Git, la sua risposta è stata: “so cos’è, ma non l’ho mai utilizzato!“.

Questa è una risposta molto comune che anche io stesso avrei dato fino a qualche anno fa, quindi lo capisco perfettamente. Come tanti programmatori, anche io ho ruotato attorno al sistema Git per molto tempo prima di adottarlo, perché vedevo che i professionisti lo consigliavano a tal punto da considerarlo un obbligo per chi lavora nel settore, ma non riuscivo a capirlo.

Conoscere Git non è un obbligo per un developer, ma conoscerlo può rappresentare un enorme vantaggio competitivo.

In questo articolo vorrei quindi parlarti di:

  1. Parte teorica: che cos’è Git e a cosa serve nel dettaglio. Questa è la parte più noiosa ma che ho cercato di spiegare più facilmente possibile;
  2. Parte pratica: come iniziare a utilizzarlo. Non preoccuparti, non ti farò mettere in pratica tutta la parte teorica, ma ti darò delle basi sufficienti per partire da solo.

N.B: questo articolo può essere utile anche a chi non è un programmatore, ma deve sceglierne uno per il proprio progetto e vuole testarne le competenze.

Prossima pagina »

Ottieni contenuti esclusivi!

Iscriviti subito al canale Telegram: per te contenuti in anteprima ed esclusivi, tips sulla produttività, pensieri personali e tanto altro ancora. Basta un click.

Vai al canale

Lascia un commento