A volte, per un Web Developer fare un preventivo é più complicato del lavoro in sé

23 Aprile 2017

Vorrei spezzare una lancia per tutti quei Web Developer come me che spendono ore per poter preparare un preventivo per poi vederselo rifiutato perché il cliente si aspettava una cifra completamente differente. La verità la conosciamo solo noi: a volte, preventivare un intervento su un sito web richiede più tempo e sforzi del lavoro in sé.

Proprio così, perché quando i nostri clienti ci contattano per fare una implementazione sul loro sito web, sappiamo bene per fare una stima dei costi corretta e sensata é necessario:

  • Capire in quale punto del codice apportare la modifica (soprattutto se il codice non é stato inizialmente scritto da noi);
  • Comprendere se esistono eventuali funzioni predisposte per realizzare la richiesta, oppure se é necessario scriverle ad-hoc;
  • Fare delle prove localmente, per non rischiare di dire che “si può fare” ed invece col cazzo che si può fare;
  • Immaginare quanto tempo ci voglia ad apportare la modifica, in particolare cercando di avvicinarsi al best case scenario (tutto funziona al primo colpo), ma mettendo in conto anche il worst case scenario (non funziona nulla come dovrebbe);

Il coding, in informatica, é principalmente una attività che richiede il ragionamento logico, perché quando si ha bene in mente cosa bisogna fare e quali step seguire é tutto più semplice.

Ma come si fa a farsi pagare per “ragionare”? Ecco, appunto, da qui nasce la lotta di tutti i giorni della nostra meravigliosa categoria professionale. La verità é che dovrebbero essere previsti dei costi per analizzare il lavoro prima ancora di proporre il preventivo ma il web, si sa, ormai é il posto di tutti: c’é sempre il cugino di qualcuno pronto a fare quell’analisi gratuitamente e, probabilmente, a chiedere per il lavoro la metà di quello che avevi in mente.

Preventivo Web Developer

Alla fine, si sa, quello che conta sono i risultati: che importa se il sito web strutturalmente cade a pezzi, se il prossimo developer che dovrà metterci mano sopra probabilmente tenterà il suicidio per quanto il codice é male indentato e non commentato, o se con il prossimo aggiornamento di WordPress le modifiche fatte senza utilizzare i Child Themes salteranno alla grande: l’importante é che funzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.